Warning: Use of undefined constant gallery - assumed 'gallery' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/mhd-01/www.theloz.net/htdocs/blog/wp-content/themes/imbalance/js/photo-galleria/photo-galleria.php on line 195
Babble! » La Cina ti rende vi(Cina)

La Cina ti rende vi(Cina)

…l’urlo di Fernando al taglio del traguardo. Cosa dire? Gara impeccabile, macchina perfetta: è stato la gara di nano-nando.

Fernando Alonso: parte tranquillo sopra il sonnolento Raikkonen, aspetta gattescamente il veloce Hamilton e spicca il volo. Si è permesso di ignorare anche Stella che lo invitava ad andare piano (“una cosa dovuta”, avrebbe detto l’ingegnere). 10 e lode.

Kimi Raikkonen: Si è rovesciato il contenitore del ghiaccio dell’ultimo martini cocktail proprio sulla linea di partenza. Il finnico ha poi deciso di correre tutto il gp facendo traiettorie all’esterno su ogni curva, trovando in Perez un oppositore consistente. Quando hanno chiesto se avesse avuto problemi di downforce per l’ala e muso rotti ha risposto: quale ala?

Lewis Hamilton: Si può correre quanto si vuole, ma la macchina è quella che è. Questa volta si è anche impegnato a non distruggere le gomme. Dice che può ancora correre per il mondiale. Avrà visto un’altra gara?

Sebastian Vettel: certo che pasticci alla Red Bull ne hanno fatti davvero tant. Il caro Sebastian, armato di teutonico furore, ha deciso, come suo solito di correre sopra i problemi. Vediamo se sarà trend o meno

Jenson Button: correre una gara in difesa per portare a casa il risultato. Non serve il gemello cattivo per commentare il risultato

Felipe Massa: per una Ferrari perfetta, una, invece, impegnata a lottare con il graining, il che mi fa sospettare che 2mm in meno di assetto e la gara va a puttane. Pover Felipe, fortuna che lui ha una Ferrari

Daniel Ricciardo: 7 e 7 fan 14. Tipo tosto ‘sto Daniel, speriamo si mantenga e che abbia una meritata occasione.

Paul di Resta: Sarebbe un risultato di tutto rispetto se: non  avesse fatto accomodare il compagno nell’erba. Se la sua squadra puntasse al podio. Spiegategli che dopo 3 anni le ruote coperte dovrebbe averle abbandonate

Romain Grosjean: bah… che sia già arrivato alla sua massima espressione? Corre male e sonnolento era quasi meglio come crash-jean.

Nico Hulkenberg: Al grido “un po’ per uno, non fa male a nessuno” i pescatori di perle della Force India si sono trasferiti nel box Sauber, con evidenti conseguenze.

Sergio Perez: eppure alla Sauber era un discreto tassinaro, qui manco questo. L’unico episodio per essere ricordato è l’incidente con Raikkonen. Witmarsh stesso ha detto “se deve da’ ‘na svejata” (testuali parole)

Jean-Eric Vergne: gara compromessa dal fondo distrutto per l’impatto con Webber. L’australiano pensava di star tamponando il più giovane connazionale per “dargli una lezione come si fa coi dingo”.

Valtteri Bottas: già con un nome così nessuno crede che tu sia finlandese, figuriamoci che guidi una F1. In compenso la Williams fa talmente schifo che è riuscito a passare davanti uno scoglionatissimo Maldonado.

Pastor Maldonado: zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz….

Jules Bianchi: costantemente primo degli ultimi… con la Marussia

Pic/Chilton/Van Der Garde: mah. si vedono nei doppiaggi (Pic non da mai strada tra l’altro)

Nico Rosberg: morde il freno dietro al compare fino alla rottura della sospensione, il confronto con il negretto lo vede sempre dietro. Sarà la volta buona che si toglie di torno?

Mark Webber: rottura in prova, botto con Vergne (3 posizioni di penalità), ruota persa in gara (con multa per unsafe release). Caro Mark la nube nera sopra la tua testa non è un caso.

Adrian Sutil: interrompe rocambolescamente la sua serie di belle presenze. Il rissaiolo de noantri stavolta le ha prese

Esteban Gutierrez: “mi esposa, senor, estava al fiume senor, un gringo la vide e la voleva…” Ah no questo era Trinità. Vabbeh la conclusione è la stessa: non si può mettere un messicano alla guida di una F1 in mezzo al caldo: diventano distratti e lagnosi!



I commenti sono chiusi.